Matrimonio invernale Hygge

Adoro i matrimoni invernali, ancora troppo poco presi in considerazione nella nostra zona di Verona e avevo proprio voglia di declinare questo mood Hygge nel mondo del wedding.

Come dico nel mio diario (leggi quiHygge [HU-GAH] è parte della cultura danese ed è un termine che significa “stare insieme alle persone care in un’atmosfera intima, serena e accogliente”. Hygge più che uno stile è uno stato emotivo.

L’idea è di creare un’atmosfera intima e confortevole per il giorno delle nozze per passare del tempo insieme a familiari e amici cercando di far sentire tutti a proprio agio.

Proprio da qui si è sviluppato il progetto del matrimonio simbolico di Megan e Nathan e grazie a loro ho scoperto di avere un’anima molto Hyggelig.

Questa avventura è iniziata, come spesso accade nell’organizzazione dei matrimoni, dalla ricerca della location. Avendo già definito prima di tutto stile e tema avevamo bisogno della location adatta. La location era sicuramente un elemento chiave per il tipo di matrimonio che avevamo in mente e Tenuta Le Cave a Tregnago era perfetta. Location per matrimonio a Verona e dintorni ce ne sono davvero tante, ma le caratteristiche che doveva avere erano ben chiare: ci serviva una location con l’idea di casa, ben arredata, dallo stile nordico e con un elemento fondamentale: Il camino.

Immersa nelle terre dell’Amarone, la Tenuta Le Cave è una suggestiva terrazza naturale da cui gode di un panorama mozzafiato. Affacciata sulla valle più orientale della Valpolicella D.O.C. e ai confini del Parco Naturale della Lessinia, la Tenuta si sviluppa in un piccolo borgo, caratterizzato da un’architettura profondamente ispirata questa terra e che fonde sapientemente le antiche pietre della Lessinia all’arte ed alla cultura italiana. Si può principalmente distinguere in la Casa Principale, dove si è svolta la cerimonia simbolica davanti al camino e Villa Macallè, situata a circa 500 m dalla struttura principale, immersa nella quiete delle vigne ed ai margini del bosco.

La Villa è una casa indipendente con tre meravigliose Suites. Un luogo perfetto per un matrimonio molto intimo. Un luogo dove soggiornare qualche giorno e condividere gli spazi comuni, cucinare insieme, chiacchierare sui divani, come una famiglia.

Megan, la sposa si è preparata nella Lion Suite caratterizzata dall’ampia vetrata affacciata sulla valle, inondata di luce naturale anche in inverno. In tutta la Tenuta antichità e design sono fusi in modo esemplare creando dettagli unici e molto ricercati.

L’abito da sposa di Megan doveva essere bianco, scivolato, dalle linee morbide, di pizzo e con dettagli preziosi. L’abito Giusy, della collezione Atelier Emè 2018, che ci hanno proposto in Atelier a Verona, incarnava in pieno tutti questi elementi e aveva un dettaglio in più le lunghe, anzi lunghissime, maniche in tulle (top trend degli abiti da sposa 2018). Giusy infatti è un abito di tulle tutto ricamato di micro paillettes in trasparenza con importanti maniche a cappa che creano un lungo strascico di tulle.

Nathan, lo sposo si è preparato nella Horse Suite che, ispirata alla passione per i cavalli, ha un ostacolo come testiera del letto e un bel affaccio sul bosco. Nathan non voleva essere il classico sposo in giacca e cravatta e si è fatto consigliare scegliendo capi della collezione Falconeri. Volevamo qualcosa di più avvolgente e morbido scegliendo per lui un caldo dolcevita in cashmere ultrasoft color Alabastro sotto una giacca in tweed blue navy. Il dress code per questo tipo di matrimonio è loungewear, comodo ma con stile.

Ogni elemento è stato curato nei minimi dettagli: gli inviti, i menù, i segnaposti in legno sono stati realizzati a mano dalla bravissima calligrafa Martina di Bianchi Weddings  e le originali fedi Nadir in oro rosso, realizzate anche queste a mano da Luca di My Golden Age, così come l’anello di fidanzamento di Megan con opale bianco e diamanti. All’arredo già ricco e completo della Villa abbiamo solo voluto aggiungere plaids e cuscini in cashmere operato della linea Falconeri Home.

Un altro elemento fondamentale per creare lo style Hygge sono sicuramente le candele, tante candele. 

Abbiamo scelto di noleggiarle (Lumi e Profumi) per averne in grande quantità e abbiamo optato per le lanterne di cera prodotte artigianalmente di svariate forme e dimensioni in tutti gli ambienti di villa Macallè dove si svolgeva il ricevimento di nozze e in modo speciale per la cerimonia davanti e dentro al camino per ricreare l’effetto fuoco.

Per creare una dolce atmosfera Hygge ho proposto a Megan e Nathan di inserire l’elemento olfattivo nel loro evento con profumi per ambienti e profumi per persona. Le persone, a lungo termine, tendono a ricordare più un profumo che c’era nell’aria piuttosto che qualcosa legato al senso della vista perché l’ancoraggio olfattivo è molto potente. Il processo di ancoraggio è designato ad associare uno stimolo, in questo caso un profumo, a una particolare esperienza, in questo caso il matrimonio. L’ancoraggio è un metodo per accedere e ri-accedere a una particolare emozione o serie di emozioni. L’ancoraggio avviene in modo naturale ma si può anche pensare di crearlo, per questo si parla di eventi olfattivi. L’evento olfattivo è infatti un evento in cui l’aspetto olfattivo non viene lasciato al caso ma viene proprio studiato su misura per creare le suddette ancore emozionali. Con il maestro profumiere Lorenzo Dante Ferro, architetto olfattivo, si può creare una profumazione su misura, speciale, esclusiva per il proprio evento.

Come avevo già accennato nel mio diario questo stile non richiede una gran quantità di fiori anzi, predilige l’utilizzo del verde ed è sempre comunque un completamento all’allestimento principale di candele. Abbiamo perciò deciso con Elena Fiori di non inserirne tanti  e di focalizzarci maggiormente sulla scelta del design, dei materiali e dei colori. La palette definita prevedeva oltre al bianco, colori neutri e naturali con un tocco di blu e d’oro. I fiori scelti per tutti i momenti come il tavolo della merenda e della cena, il bouquet della sposa e la bouttoniere dello sposo sono principalmente i Fiori di cotone e il Cardo blu e poi Elena ha voluto dare un deciso tocco di viola o meglio Ultraviolet (colore dell’anno 2018 per Pantone) con Tulipani ed Elleboro che Megan ha adorato.

Dopo il brindisi di rito, con una bottiglia di Tasi Prosecco DOC di produzione della Tenuta, abbiamo preparato un ricco angolo della merenda in Villa con tutti prodotti gluten free come voleva la sposa. Per creare questo tavolo avevo bisogno di prodotti naturali, fatti in casa ma anche con il tocco di gusto e design nordico. Giovanna di Brio Gluten Free Bakery ha realizzato per noi tutti i prodotti da forno gluten free quali le frolle con la marmellata ai frutti di bosco, i biscotti con delle delizione meringhette bianche sopra, una sontuosa ciambella al cioccolato con glassa di zucchero; la versione hygge della drip cake, dei brownies al cioccolato e noci spolverati al cocco e una deliziosa naked cake. Insieme a questi prodotti da forno barrette ai tre tipi di cioccolato, fondente, al latte e bianco per accontentare anche lo sposo e poi tè, caffè e cioccolato caldi da servire con meringhette di zucchero e granella di nocciole.

L’angolo della merenda è un elemento fondamentale del matrimonio hygge perchè bevande calde e dolcetti creano con il loro profumo l’atmosfera di casa e il calore della famiglia.

Il pomeriggio è proseguito lento a Tenuta Le Cave tra una partita a scacchi e una canzone con la chitarra, e mentre si preparava la cena Megan e Nathan hanno fatto le loro foto di coppia nel bosco adiacente a Villa Macallè. Si sono poi riuniti alla loro famiglia e tutti intorno alla tavola hanno mangiato del buon cibo tutto italiano.

Cin cin a Megan e Nathan!

“Il tempo trascorso con gli altri crea un’atmosfera calda, rilassata, amichevole, intima, confortevole e accogliente. In molti modi, è come un abbraccio, ma senza il contatto fisico. È in questa situazione che puoi essere completamente rilassato e te stesso. Hygge é quindi anche l’arte di espandere la tua zona di comfort per includere altre persone. “

Meik Wiking, The Little Book of Hygge: Danish Secrets to Happy Living

CREDITS:

Organizzazione e conceptThe Wedding Party

Fotografia e videoAlberto e Alessandra Fotografia Italiana

Secondo fotografoFrancesco Moreno Lionetti

LocationTenuta Le Cave, Tregnago (Verona)

Candele e distributore profumiLumi e Profumi di Giovanni Pedrolo

Architetto olfattivo: master perfumer Lorenzo Dante Ferro

Fiori e decorazioniElena Fiori 

Abito da SposaAtelier Emè

Abito da Sposo, abiti invitati e accessori casa (coperte e cuscini): Falconeri

Intimo Sposa: Intimissimi 

Calzettoni lanaCalzedonia 

Suite graficaBianchi Weddings 

AnelliMy Golden Age

Dolci e Wedding cakeBrio Gluten Free Bakery

MUAFrancesca Ferrarini

Hair StylistPoiano55